Tipologie di Incarichi


Incarichi di consulenza

“il committente si assicura pareri, valutazioni, espressioni di giudizio su specifiche questioni tramite prestazioni professionali, eventualmente anche in maniera coordinata e continuativa” (Circolare Funzione pubblica);
“richieste di pareri ad esperti” (Delibera Corte dei Conti).

Incarichi di studio

“lo studio o l’esame di un particolare problema con la finalità di produrre un risultato che diverrà proprio del committente e sarà da questi utilizzato” (Circolare Funzione pubblica)
“svolgimento di un’attività di studio, nell’interesse dell’amministrazione. Requisito essenziale, per il corretto svolgimento di questo tipo di incarichi è la consegna di una relazione scritta finale, nella quale saranno illustrati i risultati dello studio e le soluzioni proposte” (Delibera Corte dei Conti).

Incarichi di ricerca

“si sostanziano in un’attività speculativa, e in questo caso acquista una particolare importanza il legame con l’attività programmatoria dell’amministrazione” (Circolare Funzione pubblica)
“presuppongono la preventiva definizione del programma da parte dell’amministrazione” (Delibera Corte dei Conti).

Le prestazioni professionali che caratterizzano queste tre tipologie di incarichi, qualora presuppongano un coordinamento con l’attività del committente ed un inserimento funzionale del lavoratore nell’organizzazione del lavoro oltre a non avere un carattere episodico dell’attività, possono essere oggetto anche di un rapporto di collaborazione coordinata e continuativa.

Alle tre tipologie sopra elencate se ne aggiungono altre che non siano altrimenti più specificamente individuabili:

Incarichi a progetto

Le prestazioni oggetto degli incarichi sono riferite a specifici progetti o programmi funzionalmente connessi con l’attività istituzionale generale dell’Ateneo e con gli obiettivi dal medesimo prefissati. Questa tipologia di incarichi sono espressamente disciplinate da uno specifico regolamento di Ateneo ed assumono sempre la forma di collaborazioni coordinate e continuative.

Incarico episodico a progetto

nel caso in cui un incarico a progetto come sopra descritto, sia escluso dalla applicazione del regolamento sulle collaborazioni coordinate e continuative, in quanto di durata complessiva non superiore a trenta giorni, nel corso dell’anno solare, e con un compenso complessivamente percepito nel medesimo anno solare non superiore a cinque mila euro, viene definito incarico episodico a progetto.

Incarico episodico di carattere didattico

consiste in una prestazione di natura didattica (lezioni episodiche, interventi in seminari, ecc.) nell’ambito di percorsi didattici dell’Università (Corsi di laurea, Master, Corsi di perfezionamento, Scuole di specializzazione, ecc.) ovvero prestazioni di natura didattica non riconducibili a percorsi didattici dell’Università.

 


UniversitÓ degli Studi di Siena